Politica Nazionale

E se fosse l’asse Lega-M5S il vero governo di stampo sovranista?

 

 

di Francesco Marrara – Il responso delle urne è stato chiaro: il Movimento Cinque Stelle di Luigi Di Maio è il primo partito in Italia (32,22% Senato; 32,67% Camera), mentre la Lega di Salvini è il primo partito della coalizione di centrodestra (17,65% Senato; 17,40% Camera). Il popolo ha chiaramente bocciato il centrosinistra e tutte le ali estreme di ogni direzione. Crollano di fatto anche i consensi nei confronti di Forza Italia, la quale rimane comunque la seconda forza politica nel centrodestra.

Gli italiani si sono stufati delle solite promesse riciclate e ha deciso di ribellarsi dando fiducia ad un Movimento cosiddetto “populista” – oltre che trasformista e con molte contraddizioni interne – che sa interpretare pienamente questa nuova fase storica e politica. Ebbene sì, Di Maio ha ragione: siamo ufficialmente entrati nell’era del post-ideologico e della Terza Repubblica.

Il Movimento Cinque Stelle, essendo figlio della società liquida, interpreta perfettamente il mal di pancia degli italiani ai quali delle vecchie categorie ed ideologie politiche novecentesche non importa più nulla. Occorre prendere atto di questo definitivo cambiamento se si vuole comprendere il grande successo dei pentastellati. Tuttavia, se da un lato abbiamo i figli legittimi del post-ideologico e della società liquida, dall’altro non possiamo negare invece il grande successo ottenuto dalla Lega di Matteo Salvini. Piaccia o meno, la Lega - epurata dai vecchi dogmi secessionisti ed antimeridionalisti - interpreta perfettamente una chiara spinta di carattere sovranista. Spinta che, nel prossimo futuro, sarà sempre più prorompente nel panorama politico nazionale ed europeo.

Alla luce dei dati elettorali, l’unico governo realmente in grado di saper interpretare i sentimenti del popolo italiano sarebbe quello tra Lega e M5S. Dunque, un governo che con un’ampia maggioranza garantirebbe una legislatura stabile e duratura. Inoltre, sia all’interno del M5S, sia all’interno della Lega sussistono personalità di spicco con una forte vocazione sovranista che potrebbero – se inseriti nei posti chiave di un possibile governo Di Maio/Salvini – realmente portare l’Italia fuori dal baratro nel quale gravita da più di vent’anni. Fantapolitica? E se realmente si concludesse una trattativa per un governo sovranista Lega-M5S? Staremo a vedere. Rimaniamo comunque vigili in attesa degli sviluppi dei prossimi giorni, i quali risulteranno decisivi per il destino del Belpaese.

e-max.it: your social media marketing partner

Gazzettino Impertinente