LOADING

Type to search

Perché ascoltare Giuseppe Povia e la sua musica

Cultura

Perché ascoltare Giuseppe Povia e la sua musica

Share
di Francesco Marrara – Martedì 13 settembre 2016, la città di Reggio Calabria, in conclusione delle Feste Mariane ha ospitato il concerto di Giuseppe Povia. Vincitore del Festival di San Remo del 2006 con la canzone «Vorrei avere il becco», il cantautore milanese esibendosi in Piazza Indipendenza è riuscito a riscuotere un grande risultato in termini di partecipazione popolare. Tuttavia, qualche giorno prima dell’evento, sui giornali ed i social network si sono scatenate una serie di contestazioni e di critiche in merito alle effettive qualità musicali di un artista dal palmares «poco quotato». Non volendo prendere assolutamente le difese di Povia (la sua musica è lo strumento di difesa/attacco attraverso il quale si è sempre espresso, in bene o in male), sarebbe opportuno in queste poche righe porre in essere alcuni spunti di riflessione.
I critici e soprattutto i fans di Povia, sono riusciti a captare almeno buona parte del significato dei testi delle sue canzoni? Quanti alla fine di un concerto, o magari anche dopo aver ascoltato in macchina o al computer l’ultimo disco «NuovoContrordineMondiale», si sono presi la briga di andare a ricercare termini quali ad esempio «debito pubblico», «moneta sovrana», «deficit»«Pil», «soglia del 3%»? Cantare a squarciagola o criticare a prescindere senza comprendere fino in fondo il messaggio che ci è stato lanciato, concettualmente è la stessa identica cosa.
Perché ascoltare Povia? La sua musica può piacere o non piacere. Ciò che non può essere messo in dubbio è il coraggio del cantautore di porsi in contrasto con certe logiche di potere: ecco spiegato il motivo per cui gli sono state chiuse tutte le porte nel mondo della musica. In un’epoca di totale decadenza culturale, la musica del cantautore rappresenta quel giusto toccasana che si pone nettamente in contrasto contro la «dittatura del pensiero unico». È poco importante se non arriverà ai livelli di cantautori di fama e di razza come Rino Gaetano, De André, Gaber o Battisti. Al giorno d’oggi tutti coloro i quali si considerano «uomini liberi»,dovrebbero invece auspicare un possibile confronto tra tutti quei gruppi o quegli artisti che nel nostro panorama nazionale compongono e cantano «musica alternativa ed impertinente». Tutto questo perché «la musica può arrivare nell’essenziale dove non arrivano le parole da sole».
Su Povia, invece, devono essere mosse delle analisi critiche. In primo luogo, dall’iniziale posizione in cui lo si vedeva in favore delle Unioni Civili e contrario alle adozioni per le coppie omosessuali, il cantautore ha rimesso in discussione umilmente la sua posizione per certi versi incoerente. Questa dichiarazione è stata frutto di una domanda posta ad opera di chi scrive, al termine del concerto in terra reggina. Altro argomento abbastanza caldo e discutibile è quello della sovranità monetaria. Perché affidarsi e far proprie presunte teorie monetarie provenienti d’oltreoceano (MMT, Teoria della Moneta Moderna), quando l’Italia ha avuto e ha fior fiore di esperti molto qualificati in tale settore? Infine, perché auspicare una inutile quanto mai presunta«secessione» del Bel Paese, dopo aver scritto una bellissima melodia patriottica dal titolo «Siamo Italiani»? Questo interrogativo non vuole mettere minimamente in dubbio un altro bellissimo pezzo «Al Sud». Discutere sulle modalità attraverso cui si è giunti all’Unità d’Italia è legittimo. Auspicare un frazionamento del nostro territorio, in questo particolare momento storico, significherebbe fare il gioco del «Divide et impera» voluto delle grandi élite. In estrema sintesi, ecco alcune modalità attraverso le quali Povia avrebbe dovuto dare il definitivo risveglio (altro che ko) alla tiepida estate reggina. Continuate a fare la nanna bambini, verranno tempi migliori!
Link di riferimento:
http://www.povia.net/biografia
http://ildispaccio.it/reggio-calabria/121229-povia-da-il-colpo-del-ko-alla-tiepida-estate-reggina
http://www.reggiotv.it/notizie/attualita/48892/festivit-mariane-sui-social-polemica-al-vetriolo-sulla-scelta-povia
http://memmt.info/site/
Tags:

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *