LOADING

Type to search

La sinistra ha paura del diverso!

Politica Nazionale

La sinistra ha paura del diverso!

Share
di Giorgio A. Arconte – I santoni del #progressismo cominciano a diventare noiosi, oltre che pericolosi: l’unica cosa che riescono a proferire dalle loro labbra sono insulti verso chiunque non la pensi come loro.
E lo fanno anche in maniera smodata, urlando, inveendo (vedi ultimamente #Cacciari in TV, ma non solo lui) o minacciando (sono continui gli episodi di attentati alle sedi della Lega e le minacce di morte ai suoi rappresentanti, fra cui anche a Salvini). Mai che argomentino la loro posizione, mai che confutino con un ragionamento la posizione dell’avversario: è sempre un continuo insulto. C’è da chiedersi chi sono davvero quelli rozzi e triviali ma la risposta viene dall’evidenza dei fatti. Come nel caso accaduto di recente all’amico Francesco Giubilei leader di Nazione Futura che, tra l’altro, è il più giovane “analfabeta”… ehm… editore italiano oltre ad essere un orgoglioso “conservatore”. Meno male che la sinistra è depositaria della cultura!!!, altrimenti a cosa assisteremmo???
Personalmente credo di avere capito quale sia il problema della #sinistra: semplicemente non sono abituati al confronto! Certo, a parole i progressisti sono i depositari della democrazia e del pluralismo, e capisco anche che ne siano convinti quando per circa 70 anni hanno dominato l’area culturale e mediatica del Paese senza contrasto alcuno. In tutto questo tempo non hanno fatto altro che parlarsi di fronte ad uno specchio ed è quindi normale che ci si senta belli e puri. Ma, oggi che il mondo sta finalmente cambiando e davvero ci si sta affacciando ad una pluralità; oggi che, di fatto, la sinistra è messa per la prima volta non davanti a se stessa ma di fronte alla diversità; oggi i progressisti si sentono mancare il terreno sotto i piedi e sono diventati estremamente nervosi. Bisogna, però, riconoscere alla sinistra di avere ragione su di una cosa: IL #DIVERSO FA #PAURA! Ma fa davvero paura solo ai progressisti!
Perché la sinistra ha paura della diversità? Intanto perché, come detto, non è abituata a vivere dentro una pluralità, secondariamente credo che il problema sia ontologico. Tutte le forze progressiste, infatti, nascono da un sentimento comune: l’odio! Si, avete letto bene, la sinistra nasce dall’odio! Basta fare una piccola analisi storica: i giacobini vi sembrano portatori di pace e amore? E i bolscevichi? E #Marx che agitava alla LOTTA di classe? Ed infine la sinistra italiana nata da una guerra civile che pare non conoscere alcuna pacificazione! Si, la sinistra nasce dall’odio verso il nemico, tutto il resto è conseguente ed il clima comincia a diventare pericoloso e pesante. Stiamo tornando indietro e mi sembra che il ricordo di giovani lasciati morti sul selciato non abbiano insegnato nulla.
Tags:

You Might also Like

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *