LOADING

Type to search

Sovranismo & Identità. A Vincenzo Sofo gli auguri impertinenti di Stanza101

Cultura Primo Piano

Sovranismo & Identità. A Vincenzo Sofo gli auguri impertinenti di Stanza101

Share
di Stanza101 – Le elezioni europee hanno ufficializzato la nascita del sovranismo come piattaforma politica che, innanzitutto, rivendica la restituzione ai popoli del potere decisionale sottratto dalla finanza. Certo, la strada è lunga e sarà necessario attivarsi per costruire un percorso condiviso, ma una certezza è emersa in modo indiscutibile.
Sta implodendo quella Europa dei mercanti e dei banchieri che ha preferito gli interessi di pochi alle esigenze di tanti, una visione puramente economica in totale disprezzo delle radici del vecchio continente che sono cristiane e greco-romane. L’Europa non è soltanto mercato e business, ma anche e soprattutto spirito e identità, tante identità che hanno arricchito le piccole e grandi patrie europee. Che qualcuno vorrebbe cancellare per creare un superstato europeo, senza anima, e un popolo unico da manipolare a piacimento di poche elite autoreferenziali.
Stanza101 ha accolto sin da subito la “sfida sovranista” nella consapevolezza che, una volta ufficializzato il sovranismo, lo si dovrà riempire di contenuti certi. Per la verità, questo processo culturale e, se vogliamo, antropologico è già iniziato e ha salutato con favore l’impegno di varie realtà metapolitiche. Realtà che hanno anticipato la politica e che hanno colto l’importanza di fare squadra. L’isteria, individuale e collettiva, dei sacerdoti del pensiero unico, e l’aggressività mediatica dimostrate, denotano la paura del confronto e la chiusura ideologica. Ma il tempo dell’imperialismo culturale è finito.
La partita europea sarà importante e noi abbiamo deciso di giocarla con consapevolezza. La consapevolezza è tutto. Ed è questa consapevolezza che ci ha spinti ad appoggiare Vincenzo Sofo alle elezioni europee che si sono appena concluse. Sin dal nostro primo incontro è stata chiara la condivisione di valori e visioni, strategia e prospettive. Quindi non possiamo che esprimere la nostra soddisfazione per il suo straordinario risultato, conseguito dopo una faticosa ma appassionata campagna elettorale in giro per il  Sud, certi che potrà rappresentare al Parlamento europeo i veri bisogni della nostra amata Calabria, le cui matrici identitarie e risorse saprà valorizzare.
Ma c’è anche dell’altro, perché questo risultato, che è il coronamento di un impegno metapolitico e culturale costruito nel tempo, consentirà proprio di mettere al centro del dibattito politico i temi del sovranismo e dell’identità, per restituire ai popoli il potere di decidere il proprio futuro, contro lo strapotere della finanza e le mistificazioni del politicamente corretto e del pensiero unico progressista.
A Vincenzo vanno i nostri auguri impertinenti, la nostra comunità non farà mancare il proprio contributo.
Tags:

You Might also Like

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *