LOADING

Type to search

Lasciate in pace il calcio!

Primo Piano Sport

Lasciate in pace il calcio!

Share
di Francesco Marrara – Il Campionato Europeo ha preso il via lo scorso 11 giugno. Sappiamo tutti che il calcio è lo sport più seguito e amato del mondo. Esso, infatti, rappresenta anche quello strumento del quale potersi servire per lanciare ed incanalare determinate tipologie di messaggi. Lo sanno bene anche lor signori i quali, cogliendone al balzo l’occasione, hanno iniziato a scatenare la potente macchina della propaganda mediatica con il fine di incentivare la campagna contro il razzismo ed ogni forma di discriminazione (da anni già ampiamente promossa da Uefa e Fifa). In nome di battaglie ideologiche e politiche, pertanto, la spensieratezza del nostro caro e bistrattato “calcio giocato” è passata in secondo piano. La sana competizione, tipica di tutti gli eventi sportivi, sembrerebbe essere passata in secondo piano di fronte ad altri interessi ben più confacenti alla narrativa dominante.
Inginocchiarsi o non inginocchiarsi?
La Nazionale Italiana, assumendo una posizione tipicamente democristiana, per bocca del capitano Chiellini ha chiaramente espresso che “la squadra si inginocchierà per solidarietà con gli avversari, non per la campagna in sé, che non condividiamo.” Marcello Veneziani, in risposta alla posizione assunta dagli Azzurri, ha ironicamente twittato. “Inginocchiarsi compatti al totem del politically correct è già un segno di conformismo ma inginocchiarsi perché lo fa il Belgio è un conformismo di seconda mano, più stupido, vile e passivo. Alla prossima, se ci sarà, per appiattirsi di più si stenderanno a tappetino?”
Siamo stanchi di tutta questa pantomima! Per cui, cerchiamo di essere onesti. A quanti degli opinionisti, giornalisti, calciatori ed ex calciatori multi milionari importa realmente del razzismo e delle discriminazioni? Probabilmente a nessuno (o quasi). Si inginocchiassero pure i calciatori, ma lasciateci almeno godere questi ultimi scorci di Europeo.
Tags:

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *